• Staff Studio medico FGFSC

Sei in Gravidanza accertata o presunta??? Ricordati di farlo presente al tuo Odontoiatra/Medico

Ciao!

Oggi parliamo di una condiziona fisiologica di cui è bene informare il tuo odontoiatra o medico curante... la Gravidanza

So che può sembrare una banalità ma è molto importante che il tuo medico venga informato della tua condizione non perché non si possa più fare cure odontoiatriche o mediche, ma perché alcuni trattamenti verranno posticipati se non urgenti.

Come al solito partiamo dall'inizio, nella fase di gravidanza sia la futura mamma che il nascituro subiranno molti cambiamenti e ovviamente è compito del medico accompagnare questi cambiamenti dell'organismo nella più totale sicurezza.

Nell'ambito odontoiatrico quello che molti studi hanno evidenziato è che la paziente in gravidanza la maggior presenza di estrogeni (ormoni) circolanti attivino una risposta infiammatoria gengivale più importante nei confronti degli irritanti locali. Questo comporta che circa il 75% delle donne in gravidanza abbia una forma di gengivite/parodontite che compare nella fase di gravidanza e poi tenda a scomparire (sì un po' come il diabete gestazionale).

Associato a questa infiammazione delle gengive può comparire un'epulide gravidica (una sorta di bolla) tipicamente nel settore frontale a livello della papilla interdentale.

Un'altro aspetto tipico del primo trimestre della gravidanza è l'iperemesi gravidica ovvero quel senso di nausea e vomito che accompagna buona parte delle donne in gravidanza nel primo periodo. Il reflusso causa infatti un abbassamento del pH della bocca che favorisce la crescita e la colonizzazione batterica portando ad un aumento di probabilità di carie.

Una totale mancanza di cura della propria igiene orale nella fase di gravidanza potrebbe in alcuni casi portare anche a parto pretermine dovuto a rilascio di mediatori dell'infiammazione.

...quindi, come evitare tutti questi effetti collaterali???

1) Maggior attenzione alla propria bocca, migliorare l'igiene orale quotidiana (in caso fatti consigliare dal tuo dentista come utilizzare al meglio lo spazzolino e quale dentifricio è il migliore per te)

2) Fare controlli più frequenti dal proprio dentista e almeno 1 igiene orale professionale in studio per abbassare la carica batterica presente nel tuo cavo orale

3) Avere un'alimentazione corretta e dopo aver mangiato o lavarsi i denti dopo circa 20min oppure tamponare il pH della bocca bevendo acqua o masticando una chewing gum con xilitolo.

4) Nei casi in cui dovessi avere episodi di reflusso o vomito non lavare subito i denti, tieni in bocca dell'acqua o collutorio senza alcool per qualche secondo e poi sputa. In questo modo avrai tamponato l'abbassamento del pH dovuto all'acidità del reflusso e dopo 1h circa puoi spazzolare i denti


Per ogni dubbio chiedi sempre al tuo medico curante e non cercare autonomamente sul web, lui/lei ha studiato molti anni per poterti dare risposte concrete e che siano adatte alla tua personale condizione!


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ciao! Prima di tutto Buona Pasqua! Dopo aver mangiato uova di cioccolato e colombe a volontà è importante spazzolarsi correttamente i denti poichè tutte le sostanze zuccherine comportano un abbassamen